Curriculm

 Gianluca Menta
Autore e Regista

Nasce a Parma il giorno 30 del mese di luglio del 1975, sotto il segno del Leone con ascendente Leone.

La data del decesso al momento è sconosciuta.

Unico figlio  di  gestori di bar a Busseto (PR), la sua elaborata vivacità lo rende difficile da gestire, al punto da meritarsi diverse punizioni;  passa la sua adolescenza tra problemi e difficili convivenze con se stesso e altri. La mamma desiderava una femmina.

Memorabili le sue uscite di testa sarcastiche ma che sono solo l’inizio di una lunga serie di incredibili avventure e disavventure.

Dopo la scuola dell’obbligo, che tra l’altro finisce a fatica, si intestardisce di fare il regista, complice il suggerimento della sua maestra che
ne intuisce  subito le  doti fantasiose.
Rosalia, la maestra, suggerisce  ai genitori di far intraprendere a Gianluca la strada del disegno o della fotografia e da li, la fine di un mito: voleva in quel periodo fare l’archeologo.

Alla Cresima riceve in regalo dalla zia “Nina” una macchina fotografica professionale e l’emozione di usarla, pur senza saperne il funzionamento, è galeotta.

All’età di 11 anni passeggia per le vie del suo paese, Busseto, armato del regalo della zia e immortala qualsiasi cosa gli passi dinanzi, sperperando denaro nello sviluppo di stampe fotografiche che non serviranno mai a nulla, ma che la mamma Graziella conserverà per sempre.

Sono questi  i suoi primi esperimenti: scatti futili, inutili e privi di senso, ma questa è la sua ottica, un punto di vista…eccentrico e distorto dalla normalità.

Laddove alcuni vedono il difetto della sfocatura lui ama raccontare essere voluta. Un bluff che diventa  il suo eccentrico punto di forza.

E così, dopo anni, quegli sfuocati scatti vengono presentati a una mostra di fotografia e vincono il primo premio.
Inutile dire che da quel giorno si monta la testa e si mette seriamente a fotografare tutto sfuocato, ma, l’onda della novità presto termina facendo deprimere il futuro regista che, narciso com’è diventato, si chiude in un silenzio di solitudine apparente, ma il pupo ha solo 10 anni.

Diviso tra il bar dei genitori e una scuola che non ama, spesso si ritrova a fare caffè dietro il bancone del locale. Un giorno di Giugno, una troupe tedesca della televisione “Medias Res” fa tappa a Busseto e pausa pranzo proprio nel locale dove Gianluca sta facendo finta di lavorare.
Il regista si chiama Pit Rietmüller di Monaco e, il colpo di fulmine tra i due è immediato.

Gianluca, ragazzino e timido, si fa per dire, chiede al padre di potersi avvicinare al regista e tentare di poter, almeno per un giorno, assistere alle riprese.
Il padre Fausto, accetta di lasciare il figlio minorenne in mano a perfetti sconosciuti: almeno per un pomeriggio se lo sarebbe levato dalle p….

E’ un giorno per Gianluca indimenticabile e approfondisce conoscenze già sue.
Ore a montare binari, carrelli, ottiche e luci…cavi.

Per il lavoro non percepisce nemmeno una lira, moneta di quei tempi.

Inizia così  un cammino epistolare con il regista: letterine che ancora oggi conserva gelosamente. La sua determinazione lo spinge a perseverare, ma è ancora troppo giovane.

A scuola, tra i banchi, si vociferava tutti di cosa si volesse fare da grandi e lui rispondeva sempre: Il bambino.

Viene a conoscenza che nelle colline di Parma,  esattamente a Casarola, nel periodo estivo è solita soggiornare, nella  casa paterna, la famiglia Bertolucci, per cui Gianluca prova stima e invidia.
Decide di farsi accompagnare dal nonno paterno, Corinno, scavalcando le montagne di Langhirano per appostarsi dinanzi a una casa da cui, secondo lui, dovrebbe uscire il regista premio Oscar Bernardo, ma, invece di incontrare il suo idolo, è ricevuto da un anziano signore al quale consegna una fotografia della famiglia  Bertolucci e una penna, pretendendo in cambio un autografo di tutti. Non esisteva ancora in quel periodo il reato di Stalking per il quale sarebbe stato processato per direttissima.

Il vecchio signore accetta, forse per pena, e dopo un mese arriva a casa una sua lettera con  la foto autografata.

Gianluca apprende dopo mesi che l’anziano signore non è altro che uno dei più grandi poeti italiani del ‘900: Attilio Bertolucci. La lettera è  incorniciata e conservata con orgoglio tutt’ora e, notevole il fatto, che sia scritta a mano dal poeta.

Pausa di riflessione e via a lavori saltuari di ogni genere per esigenze di sopravvivenza perché per lui, ormai, era fatta!

Chi lo conosce lo definisce: egocentrico, anticonformista, allegro e vivace, fustigatore di costumi incomprensibile.

 Lui, allo specchio, si definisce: incomprensibile, opportunista ma generoso attento ai dettagli, malizioso ed egocentrico…Poi, guardandosi bene….Forse, nemmeno lui sa chi sta guardando. E’ così..Perdonatelo.

Vincitore di moltissimi premi e riconoscimenti oggi è un autore e regista affermato nel settore e si divide tra follie varie e lavori importanti.

Lavoretti svolti e premi ottenuti:

1988: realizza il suo primo documentario dal titolo “Arti e Mestieri”, interamente girato in 16mm, sulle attività verso il disuso tra i quali il norcino, il materassaio, il casaro, il maniscalco. Il documentario è trasmesso in televisione (quella della scuola) nelle classi elementari e medie di Busseto in formato VHS.

1989: realizza il suo primo spot pubblicitario dal titolo “Sculture e dipinti d’artista” del creatore di moda Ferruccio Colla, noto pellicciaio della zona.

1989: nel periodo natalizio vince la menzione speciale alla mostra presepistica di Busseto (Chiesa di Sant’Ignazio) con una natività costruita in Lego, unica nel suo genere, esempio della sua creatività e della sua fantasia:  sostiene di non aver avuto altro a disposizione ma vince…crediamoci!!

1990: con la complicità e le attrezzature dell’amico Pietro Melloni si mette a fare pratica fotografica allestendo un set in un garage; fotografa varie modelle tra cui ricorda le  seguenti:
Serena Ferrari, Sabrina Zazzera, Cristina Montanari, Sara Rubini, Veruska Galli, Claudia Sestito, Paola Sergio, Manuela Quartulli, Marinella Iaquinta.

1994: realizza il suo primo spot musicale per il gruppo “Quo Vadis” di Roncole Verdi.

1996: primo approdo al festival di Sanremo come incursore e primi problemi: Importuna gli artisti al fine di estorcere loro risposte assurde a domande altrettanto inquietanti,  fa gruppo con amici e la troupe, si avvale di “pass” fasulli ma credibili, rischia  le prime denunce.

1997: Walter Nudo, all’epoca conduttore del programma di Canale 5 “Targhet” si fa convincere da Gianluca a intervenire nel suo programma e nei suoi servizi. Celebri sono  le sue apparizioni di Gianluca, con Mara Venier, Gianpiero Galeazzi, Ambra Angiolini, Amedeo Minghi, Anna Tatangelo, Pippo Baudo, Raoul Casadei, Andrea Roncato. Si diverte, nella diretta, a fare il cretino dietro la telecamera al fine solo di “apparire”.

1997: a Busseto la trasmissione di Canale 5 condotta da Pietrangelo Buttafuoco “Sali & Tabacchi” vede all’improvviso l’incursione del Menta durante la diretta, ma è tardi per allontanarlo ed è  subito scandalo, perché per primo si inventa  il ruolo del disturbatore.

1997: anno clamorosamente vivace per Gianluca  che dopo mille tentativi per farsi notare, viene “inspiegabilmente” chiamato da Marco Bellavia, autore del programma per bambini “Bim Bum Bam“, a ricoprire un ruolo di sostituzione. Non si saprà mai cosa i due si sono detti, ma viene  preso per 40 puntate andate in onda ogni giorno su Italiauno: è l’anno dell’abbandono al programma di Paolo Bonolis. Dopo questa esperienza Gianluca decide  spontaneamente di rinunciare al ruolo di attore per tornare dietro le macchine da presa.

Ancora oggi è convinto che il suo ingresso ha fatto scappare Bonolis.

1998: insieme all’amico Magic Voice approda al suo secondo festival di Sanremo e memorabile è la sua incursione in un ristorante, con tanto di videocamera e microfono, a disturbare un signore della televisione che è registrato  all’anagrafe col nome di Mike Bongiorno. Clamorosamente rimangono fuori dal ristorante le videocamere di Striscia la Notizia mentre lui  riesce a strappare una battuta al conduttore per  poi cederla alla rete televisiva. Era quello l’anno in cui miracolosamente Gianluca inizia a farsi notare da Tv e stampa finendo spesso intervistato in diretta. Incredibile il suo duetto alla trasmissione “Piazza Grande” condotta da Giancarlo Magalli in cui lui e Amedeo Minghi hanno un diverbio per un errore grammaticale di Gianluca che scambia alcune lettere del cognome del cantante. Inutile ricordarle.

Sempre al festival viene visto alla discoteca “Odeon” baciare un pitone vero in una teca, leccare un gelato nelle mani di Andrea Roncato e prendere Raul Casadei sottobraccio e fargli cantare “Romagna mia” in un bar.

1998: lo stesso anno viene chiamato per una trasmissione messa in onda dalla televisione Bresciana Rete Nord Lombardia, dal titolo “Frullato”, dove lui e un anziano signore si divertono  a parlare del nulla; non solo, con loro c’è pure un piccolo cane di nome “Lulù” che ogni tanto dorme o sbadiglia: trasmissione noiosa, ma divertente.

1998: Con il suo amico Matteo Casalini realizza lo spot di una partita di calcio tra cani. Il video penso sia stato vista da solo 4-5 persone ma Gianluca c’era.

1998: il suo vecchio amico regista tedesco lo chiama perché di passaggio in Toscana e gli propone  di fargli da assistente per il documentario “Puccini Puccini”, girato a Torre del Lago in un circo e Gianluca accetta.

1998: interviene come disturbatore nel noto programma “Papi Quotidiani” condotto da Enrico Papi.

1998: insieme all’amico Matteo Casalini esegue un social-documento dal titolo “Auguri sotto le stelle”: con la videocamera entrano nei  negozi del paese e filmano gli  auguri dei commercianti, che poi vengono trasmessi sul maxischermo della piazza la notte di Natale. Arrivano  in quel modo le prime centomilalire di guadagno.

1999: l’anno della ribellione: si fa crescere i capelli.

1999: a Busseto e successivamente a Camogli, la troupe della trasmissione di Rete 4 “La domenica del Villaggio“, condotta da Davide Mengacci e Rosita Celentano, lo chiama per due puntate a esibirsi nuovamente con il cane Lulù, ma le condizioni meteo avverse fanno fallire l’esibizione.

1999: Inizia a lavorare come inviato per radio nazionali facendo interviste dalle discoteche e dall’Acquafan di Riccione.

1999: la trasmissione di Raiuno “La Fattoria“, condotta da Luca Sardella e Janiera Majello, si reca a casa di Gianluca per far nuovamente esibire il cane che, nel suo ambiente domestico, questa volta canta “Romagna mia” ululando pazzamente a tempo di musica: ormai il piccolo cane è diventato una star, ma ben presto abbandonerà le scene per stress.

1999: Maurizio Mosca lo chiama a fare da intrattenitore a “Casa Mosca” ,programma in diretta su Telenova Lombardia, ma le sue inesistenti conoscenze sul calcio lo fanno desistere dal proseguire. I due continuano a sentirsi al telefono ma lui di calcio non ne sa proprio nulla e Mosca insiste. Gianluca insiste a dire di no e Maurizio di si. Alla fine vinse il no.

2000: realizza lo spot pubblicitario presso l’aeroporto militare di Ghedi (Bs) a bordo del caccia Eurofighter_Typhoon 2002

2001: viene chiamato dalla redazione di “Buona Domenica“, programma condotto da Maurizio Costanzo, Claudio Lippi, Massimo Lopez, Luca Laurenti a Roma per farlo esibire con il cane cantante Lulù.

2001: presso la discoteca e ristorante “Colle San Giuseppe” in provincia di Piacenza organizza un ricevimento per il suo matrimonio rivelatosi poi assolutamente goliardico e finto. L’idea è piaciuta comunque e la festa ben riuscita. Sono circa 200 gli  invitati tra cui personalità del mondo dello spettacolo.

2002: conduce la rivolta de “L’altra Miss Italia“: con la sua troupe fa irruzione nei saloni e negli studi televisivi adescando personaggi e miss raccogliendo inediti e interviste improbabili. Ancora oggi Carlo Conti  non sa come e da dove Gianluca e la sua troupe siano entrati evitando i controlli e lo sbarramento della sicurezza.

2010: realizza il cortometraggio “La Fortuna è Cieca” con Gianni Bella e Cesare Ragazzi. Storia di un giocatore di poker che vince puntando a caso perché non vedente e vince…Ovviamente.

2010 realizza il cortometraggio “Il Mangiatore d’aria”. Storia di un barbone che per vivere mangia l’aria della città.

2010: si rade definitivamente i capelli.

2010: realizza il cortometraggio “Affamata di Luce”, che gli vale molti riconoscimenti in tutto il mondo. Lo spot è girato per l’Associazione Nazionale Donatori Organi ed è interamente nero per 90 interminabili secondi.

2011: realizza il videoclip musicale “Eclissi” della band di La Spezia “Millelire”.

2011: realizza il cortometraggio “Wireless” con Gerardo Placido, Gatto Panceri, Silvano Bulgari e il Principe Diofebo Meli Lupi sul mondo delle chat. Intuisce  con 10 anni di anticipo la virale conseguenza dei social Network.

2011: realizza i videoclip musicali dei Delta V “Cosa non so che tu sai”e “A volte pensi”.

2011: realizza un promozionale per una casa di riposo dal titolo “Ascoltami” con la voce narrante di Nando Gazzolo.

2011: realizza il backstage della festa nazionale di Franco Bagutti per i 40 anni della sua orchestra con la partecipazione straordinaria di Fausto Leali, Paolo Cevoli, e Casadei per Raitre.

2011: realizza il video per Rai Music al concerto di Novellara (Mo) del gruppo “I Nomadi” con la partecipazione di Red Ronnie e Biagio Antonacci.

2011: realizza lo spot “Microvite”, documentario sulla vita degli insetti.

2012: realizza lo spot per il noto gioielliere Silvano Bulgari di Milano.

2012: realizza il suo primo lungometraggio dal titolo “Shibari i nodi della mente” con Stefano Chiodaroli, Andrea G. Pinketts, Daniele Bossari, Cesare Ragazzi, Franco Bagutti e Andrea Roncato. IL film racconta  di un maniaco che adesca le sue vittime su fb per portarle a una festa erotica e violentarle.

2012: per Shibari riceve il primo premio della critica al festival internazionale di Düsseldorf. Immeritato per un film senza finale logico.

2012 spot promozionale per una grande catena di Spa Wellness.

2013: affianca Paolo Gepri nella realizzazione del video musicale “Sguardi” di Gianluca Grignani.

2013: realizza il promo pubblicitario “Usa la testa” della catena ricostruzione cuoio capelluto di Cesare Ragazzi, il video che verrà distribuito in dvd in tutto il mondo.

2013: realizza il dvd e video contest del più grande vesparaduno nazionale Italiano.

2013: gira due spot pubblicitari per la cantina “Bergamaschi vini” con Gerardo Placido, fratello di Michele.

2013: realizza il suo secondo lungometraggio dal titolo “La Trottola di Riccardino” con Gerardo Placido, Enrico Beruschi e Antonella Ponziani. David Di Donatello….Lei.

2014: realizza il videoclip musicale della cantante Ninfa Egeria.

2014: realizza il documentario “Il grande fiume” con Franco Neri.

2014: realizza  due spot pubblicitari per nota catena alberghiera di hotels e residence a Londra e Dubai.

2014: boock fotografico dell’inquilina del grande Fratello 11 “Rosy Maggiulli”.

2014: spot promozionale per il Circo di Nando Orfei.

2014: scrive la sceneggiatura del documentario interpretato da Franco Neri “Denise”, è la storia di un piccolo lupacchiotto rimasto orfano nel bosco e salvato da un cacciatore.

2015: dirige il cortometraggio demenziale “Il catafratto” con Andrea Diprè.

2015: spot promozionale dello spettacolo musicale di Andrea Mingardi e Giulio Repetti (Mogol), fa le riprese dello spettacolo con Fio Zanotti e Gianni Morandi.

2015: videoclip musicale di Paolo Mengoli  “Amami” girato a Santa Maria di Castellabate (Sa)

2015: realizza il videoclip musicale “E continuo” di Enzo Gragnaniello girato a Napoli.

2015: realizza lo spot pubblicitario per Expo Milano di Olio Monini girato a Salerno.

2015: realizza il suo terzo lungometraggio dal titolo “Meridione Monamour” con un cast davvero incredibile tra cui: Annalisa Minetti, Aldo Biscardi, Gimmy Ghione, Enzo Iacchetti, Andrea Roncato, Massimo Ceccherini, Andrea Mingardi, Georgia Viero, Alessandro Cecchi Paone, Vera Gemma, Cesare Cadeo, Francesca Leto, Fabrizio Biggio, Paolo Mengoli, Nino Buonocore. Musiche di Alberto Bertoli.

2015: realizza lo spot pubblicitario promozionale per “Papeete beach” di Milano Marittima.

2015: gira a Napoli  lo spot promozionale della “La notte della Tamorra”  per Carlo Faiello.

2015: realizza lo spot Vip Master di Milano Marittima con Raffaella Fico, Edoardo Raspelli, Paolo Mengoli, Elisabetta Gregoraci, Principe Emanuele Filiberto di Savoia, Piero Chiambretti, Franco Bagutti, Andrea Mingardi, Franco Causio.

2015: realizza lo  spot pubblicitario per Hotel Mec di Paestum.

2015: realizza il documentario “Saline di Cervia”.

2015: realizza il  documentario “Le donne del Cilento” per YouTube ottenendo oltre 400.000 visualizzazioni in un solo mese.

2015: realizza il videoclip musicale “Quale futuro vuoi” con Enzo Gragnaniello e Nino Buonocore girato nei quartieri Spagnoli di Napoli in onda su Rai e Mediaset.

2016: riceve dall’Università Federico II di Napoli la “Laurea Honoris Causa” Scienze Del Turismo.

2016: riceve la nomina di “Accademico Benemerito” dall’Accademia Vesuviana.

2016: riceve la nomina di “Pionere dell’Arte” al Palazzo delle Aquile di Palermo

2016: riceve il “Diploma di Merito” alla nona edizione del premio “Nicocolò Jomelli” ad Aversa (Ce)

2016: realizza il videoclip musicale “Un pugno nell’anima” Di Albano Carrisi.

2016: riceve la nomina di Accademico Benemerito “Premio Jiousuè Carducci” dalla città di Ischia.

2016: realizza lo spot “Kikko caffè” con Massimo Ceccherini.

2016: realizza il video spot per Andrea Mingardi e Mogol.

2016: realizza il backstage del festival “Cantagiro” all’isola del Giglio con Pippo Franco e la Little Tony Family.

2016: gira il videoclip musicale “Cos’è che fa ballare il cuore” di Paolo Mengoli.

2016: riceve la nomina ad Asti di “Cavaliere Templare”

2016: riceve il premio internazionale “D’Angiò” alla XI edizione nella città di Scurcula Marsicana (AQ) e inoltre riceve la Cittadinanza Culturale. Al Premio viene premiato insieme a lui anche Fabrizio Frizzi, Martufello, Antonio Cabrini, il Senatore Franco Marini, Serzio Zavoli, Ennio e Andrea Morricone, Amedeo Goria.

2017: realizza lo spot pubblicitario del “Patanegra” girato a Barcellona in Spagna con l’attrice Loubna Boutaleb per la tv Tv3 di Catalunya.

2017: approda a radio Sound.

2017: realizza il book fotografico per nota catena di abbigliamento di abiti da sera con la modella Loubna Boutaleb

2017: realizza lo spot documentaristico alla IV edizione degli spaventapasseri di Salsomaggiore Terme.

2017: realizza il video dedica a Gino Paoli sul testo “Sapore di Sale” al festival del pomodoro Riccio di Traversetolo (Pr)

2017: Realizza il book fotografico per Lady Madame

2017: realizza il promo “Padre Nostro” preghiera cantata sulle immagini dell’antica Pieve Romanica di Contignaco.

2017: realizza una video decisa alla modella loubna Boutaleb per i suoi 40 anni.

2017: riceve il Premio Internazionale alla Cultura, Arte e Spettacolo dalla Città di Palinuro (Sa)

2017: riceve il premio internazionale arte e cultura “Città Di Napoli” VII edizione memoria Antonio De Curtis in arte “Totò”

2017: realizza il tribute e il backstage del concerto di Forte dei Marmi di Renzo Arbore e la Grande Orchestra Italiana sul pezzo: ‘ Saracino di Renato Carosone

2017: realizza il videoclip di Arya 51, coverista di Gianna Nannini dal titolo “Sorridi…mi”

2017: realizza lo spot pubblicitario per allevamento di Setter Red per conto dell’azienda SetterRed

2017: Partecipa alla finale nazionale di Castrocaro in onda su Raiuno con Ivana Spagna, Sergio Friscia, Claudio Cecchetto, Fio Zanotti e presentato da Rossella Brescia e Marco Liorni.

2017: realizza il backstage della manifestazione musicale “I migliori anni” di Michele Pecora a Porto Recanati con Paolo Mengoli “Perché l’hai fatto”, Giuliano dei Notturni “Il ballo di Simone”, Nicola Di Bari “Il cuore è uno zingaro”,

2017: realizza il backstage del concerto a Bologna di Andrea Mingardi, Paolo Mengoli e Gene Gnocchi.

2017: realizza il videoclip “Decadanza” della band Nomadi.

2017: realizza il videoclip di Paolo Vallesi  “I miei silenzi” per Raidue Telethon, Domenica in e Tgcom

2018: realizza il videoclip “Folli Voli” per Grazia Di Michele.

2018: realizza lo spot promozionale sulla carne Chianina girato tra Firenze e Val di Chiana con la modella romana Paola Anastasi.

2018: realizza lo spot video drone per l’agriturismo Ippotur Resort di Castelnuovo Magra (SP)

2018: realizza il corto “la casa muta”

2018: entra nella squadra della A3.0 produzioni e firma la regia del format televisivo “Sound of Italy” in onda sul canale 33 Food Network ottenendo oltre 600 milioni di telespettatori a puntata.

2018: realizza lo spot promozionale della focacceria e bistecchiera Elia.

2018: Realizza lo shooting video della modella PAMELA BERARDI.

Realizza il videoclip musicale “Fanatsia anni 60” per il cantante Paolo Mengoli

con la partecipazione in ordine di apparizione attraverso immagini di repertorio personale di:

Equipe 84, Beatles, Anita Ekberg, Marcello Mastroianni, Alberto Sordi, Vittorio De Sica, Sean Connery,Marilin Monroe, Rita Pavone, Gianni Morandi, Lucio Battisti, Neil Armstrong (sbarco sulla Luna), Giogio Gaber, Don Camillo e Peppone, Gianni Pettenati, I BRutos, Gianni Boncompagni, Rpcky Roberts, Alain Delon,  Sofia Loren, Totò e Peppino, Vittorio Gassman, Ugo Toganazzi, Alberto Sordi, Clint Eastwood, Giuliano Gemma, Gina Lollobrigida, Monica Vitti, Anna Magnani, Silvana Mangano, Giulietta Masina, Stefania Sandrelli, Formula 3, Woodstock, Mino Reitano, Pippo Baudo, Carlo Conti.

Con l’apparizione straordinaria del Santo Padre Karol Wojtyla Papa Giovanni Paolo II

2018: Realizza il videoclip per il cantante Fausto Leali  “Io camminerò” scritta da Umberto Tozzi e lo stesso Leali.

2018: Realizza il video clip “io ho” tratto dall’album “Pelle d’Oca e brividi” di e per Gatto Panceri.

2018: Realizza lo spot pubblicitario per il Circo Orfei 

2018: Realizza il video promo per Andrea Morricone.

2019: Realizza il video del concerto di Paolo Vallesi, Enrico Ruggeri, Marco Masini, Amara per un testo di Ornella Vanoni.

Oggi è un affermato regista, anticonformista e disinvolto, egocentrico, esibizionista e vivace ma, sempre umile come ama definirsi. E’ facile vederlo sul set mettersi i guanti da lavoro e montare le luci o tirare cavi, manovalanza che certo non vorrà mai abbandonare essendo parte viva di quella gavetta alla quale tanto è legato.

Spesso sul set solo e senza coadiuvanti, si diverte a catturare frame che ama, a suo dire, utilizzare in un secondo momento per altri lavori.

Conoscenze tecniche:

Uso professionale del Drone Phantom 4 professional in autonomia.

Uso professionale del Drone Xiaomi mi

Uso professionale Drone Mavicpro e Mavic pro2

Uso professionale di Osmo dji

Specializzato in color corretion

Uso perfetto del programma di montaggio video Premiere Pro

Uso professionale di programmi video e foto ritocco.

Esperto in tecnica del doppiaggio e rumori ed effetti di fondo.

Parco luci e set cinematografici

 

 

Gianluca Menta
Author and Director

Born in Parma on the 30th of July 1975, under the sign of Leo with Leo ascendant.

The only son of bar managers in Busseto (PR), his elaborate liveliness makes it difficult to manage, to the point of deserving several punishments; he spent his adolescence between problems and difficult cohabitation with himself and others. Mom wanted a girl.

Memorable her sarcastic headshots but that are just the beginning of a long series of incredible adventures and misadventures.

After the compulsory school, which also ends up with difficulty, it stubbornly becomes the director, thanks to the suggestion of his teacher who
he immediately senses his imaginative talents.
Rosalia, the teacher, suggests to the parents to have Gianluca take the path of drawing or photography and from there, the end of a myth: at that time he wanted to be an archaeologist.

Alla Cresima receives a professional camera as a gift from Aunt Nina and the thrill of using it, even without knowing how it works, is galeotta.

At the age of 11 he walks through the streets of his town, Busseto, armed with the gift of Aunt Nina and immortalizes everything that passes in front of him, squandering money in the development of photographic prints that will never be useful, but that Graziella’s mother will keep forever.

These are his first experiments: futile shots, useless and meaningless, but this is its perspective, a point of view … eccentric and distorted by normality.

Where some see the defect of blurring he likes to tell it to be wanted. A bluff that becomes his eccentric strength.

And so, after years, those blurred shots are presented at a photography exhibition and win the first prize.
Needless to say that from that day you put your head and takes seriously to photograph everything blurry, but the wave of news soon ends by depressing the future director who, narcissistic as it has become, closes in a silence of apparent loneliness but the baby is only 10 years old.

Divided between the parents’ bar and a school that he does not love, he often finds himself making coffee behind the bar of the place. One day in June, a German television crew Medias Res makes a stop in Busseto and lunch break right in the room where Gianluca is pretending to work.
The director is called Pit Rietmüller of Monaco and the thunderbolt between the two is immediate.

Gianluca, a boy and shy, so to speak, asks his father to be able to approach the director and try to be able, at least for a day, to watch the shooting.
The father Fausto, agrees to leave the minor son in the hands of complete strangers: at least for an afternoon if he would be raised from the p ….

It is a day for Gianluca unforgettable and deepens his knowledge already.
Hours to mount rails, trolleys, optics and lights … cables and for work does not even perceive a lira, currency of those times.

Thus began an epistolary journey with the director: letters that still today jealously preserve. His determination pushes him to persevere, but he is still too young.

He learns that in the hills of Parma, exactly in Casarola, in the summer period, the Bertolucci family is used to stay in the paternal house, for which Gianluca proves esteem and envy.
He decides to be accompanied by his paternal grandfather, Corinno, climbing over the mountains of Langhirano to stand in front of a house from which, according to him, the Oscar-winning director Bernardo should come out, but instead of meeting his idol, he is received by an elderly gentleman to which he gives a photograph of the Bertolucci family and a pen, demanding in exchange for an autograph of all. The Stalking crime for which he was to be prosecuted for the first time still does not exist at that time.

The old gentleman accepts, perhaps out of pain, and a month later he arrives at home with his signed photo.

Gianluca learns after months that the old man is none other than one of the greatest Italian poets of the ‘900: Attilio Bertolucci. The letter is framed and preserved with pride still today and, notably the fact, that it is handwritten by the poet.

Pause for reflection and off to odd jobs of all kinds for survival needs because for him, by now, it was done!

Those who know him define him: self-centered, nonconformist, cheerful and lively, a whipper of costumes and incomprehensible

He, in the mirror, defines himself as: incomprehensible, opportunistic but generous, attentive to details, mischievous and self-centered … Then, looking at himself … Maybe, even he does not know who he is looking at. And ‘is. Perdoning

Winner of many prizes and awards today is an author and director established in the industry and is divided between different follies and important works.

Work carried out and prizes obtained:

1988: he made his first documentary entitled “Arti e Mestieri”, entirely shot in 16mm, on the activities towards the disuse among which the norcino, the mattress, the casaro, the farrier. The documentary is broadcast on television, that of the school, in the elementary and middle classes of Busseto in VHS format.

1989: he made his first advertising spot titled “Sculptures and artist’s paintings” by the fashion designer Ferruccio Colla, a well-known furrier in the area.

1989: During the Christmas period he won the special mention at the presepistica exhibit of Busseto (Church of Sant’Ignazio) with a nativity built in Lego, unique in its kind, an example of his creativity and his imagination: he claims he had no other available but wins … let’s believe it !!

1990: with the complicity and the equipment of his friend Pietro Melloni he started to practice photography setting up a set in a garage; photographs various models including the following:
Serena Ferrari, Sabrina Zazzera, Valeska Hammami, Cristina Montanari, Sara Rubini, Veruska Galli, Claudia Sestito, Paola Sergio, Manuela Quartulli, Marinella Iaquinta.

1994: he made his first musical spot for the group “Quo Vadis” by Roncole Verdi.

1996: first landing at the festival of Sanremo as an incursor and first problems: Importuna the artists in order to extort their absurd answers to equally disturbing questions, makes a group with friends and the crew, uses fake but credible “pass”, risks the first complaints.

1997: Walter Nudo, at the time conductor of the Canale 5 “Targhet” program, was persuaded by Gianluca to intervene in his program and in his services. Famous are his appearances, by Gianluca, with Mara Venier, Gianpiero Galeazzi, Ambra Angiolini, Amedeo Minghi, Anna Tatangelo, Pippo Baudo, Raoul Casadei, Andrea Roncato. It has fun, in direct, to do the idiot behind the camera in order only to “appear”.

1997: in Canale Busseto the transmission of Canale 5 conducted by Pietrangelo Buttafuoco “Sali & Tabacchi” suddenly sees the incursion of the Mint during the live, but it is too late to remove it and it is immediately a scandal, because the role of the disturber is invented first .

1997: a lively year for Gianluca Menta who after a thousand attempts to get noticed, is “inexplicably” called by Marco Bellavia, author of the Bim Bum Bam children’s program, to play a role of substitution. You will never know what the two said, but is taken for 40 episodes aired every day on Italiauno: it is the year of abandonment to the program of Paolo Bonolis. After this experience Gianluca spontaneously decides to give up the role of actor to go back behind the cameras.

1998: together with his friend Magic Voice he arrives at his second Sanremo festival and his memorable incursion into a restaurant, complete with a video camera and microphone, disturbs a gentleman of television who is registered in the registry with the name of Mike Bongiorno. The cameras of Striscia la Notizia remain blatantly outside the restaurant while he manages to snatch a line from the conductor and then sell it to the television network. That was the year in which Gianluca miraculously began to get noticed by TV and press often ending interviewed live. Incredible his duet to the transmission “Piazza Grande” conducted by Giancarlo Magalli in which he and Amedeo Minghi have a quarrel due to a grammatical error of Gianluca who exchanges some letters of the singer’s surname. Needless to remember them.

Also at the festival is seen at the disco “Odeon” kissing a real Python in a case, Licking an ice cream in the hands of Andrea Roncato and take raul Casadei under his arm and let him sing “Romagna mia” in a bar.

1998: the same year he was called for a broadcast broadcast by Bresciana Rete Nord Lombardia television, entitled “Frullato”, where he and an elderly gentleman enjoyed talking about nothingness; not only that, with them there is also a small dog named Lulu that occasionally sleeps or yawns: boring but funny transmission.

1998: With his friend Matteo Casalini realizes the spot of a football match between dogs. I think the video was seen by only 4-5 people but Gianluca was there.

1998: his old friend German director calls him because he is passing through Tuscany and proposes to be his assistant for the documentary “Puccini Puccini”, shot in Torre del Lago in a circus and Gianluca accepts.

1998: intervenes as a disturber in the well-known “Papi Quotidiani” program conducted by Enrico Papi.

1998: together with his friend Matteo Casalini he runs a social-document entitled “Best wishes under the stars”: with the video camera they enter the stores of the town and film the merchants’ greetings, which are then transmitted on the big screen in the square on Christmas night. That is how the first hundred million earnings arrive.

1999: the year of rebellion: hair grows.

1999: in Busseto and subsequently in Camogli, the troupe of Rete 4’s “La Domenica del Villaggio” broadcast, conducted by Davide Mengacci and Rosita Celentano, calls him for two episodes to perform again with the dog Lulù, but the adverse weather conditions make fail the show.

1999: He started working as a national radio correspondent doing interviews with discos and Riccione’s Aquafan.

1999: Raiuno’s transmission “La Fattoria”, conducted by Luca Sardella and Janiera Majello, goes to Gianluca’s house to show again the dog that, in his home environment, this time sings “my Romagna” howling madly in time to music: By now the little dog has become a star, but soon he will abandon the scenes for stress.

1999: Maurizio Mosca calls him to act as an entertainer at “Casa Mosca”, a live program on Telenova Lombardia, but his non-existent knowledge of football makes him desist from continuing. The two continue to feel on the phone but he does not know anything about football and Moscow insists. Gianluca insists to say no and Maurizio di si. In the end, the no won.

2000: advertising spot at the military airport of Ghedi (Bs) aboard the Eurofighter_Typhoon 2002 fighter

2001: He is called by the editorial staff of “Buona Domenica”, a program led by Maurizio Costanzo, Claudio Lippi, Massimo Lopez, and Luca Laurenti in Rome to have him perform with the dog singer Lulù.

2001: at the discotheque and restaurant “Colle San Giuseppe” in the province of Piacenza, he organizes a reception for his wedding, which turned out to be absolutely goliardic and fake. The idea was liked anyway and the party was successful. There are about 200 guests including personalities from the entertainment world.

2002: he leads the revolt of “L’altra Miss Italia”: with his troupe, he raises the halls and television studios, luring characters and misses, collecting unpublished works and unlikely interviews. Even today, Carlo Conti and Fabrizio Frizzi do not know how and from where Gianluca and his crew entered, avoiding the checks and the security barrier.

2010: realizes the short film “La Fortuna è Cieca” with Gianni Bella and Cesare Ragazzi. Story of a poker player who wins by betting randomly because he is blind and wins … Obviously.

2010 makes the short film “The eater of air”. Story of a bum who lives in the city to live.

2010: the hair is definitely shaved.

2010: he made the short film “Affamata di Luce”, which earned him many awards all over the world. The spot is shot for the National Association of Organ Donors and is entirely black for 90 interminable seconds.

2011: realizes the “Eclissi” music video clip of the band of La Spezia “Millelire”.

2011: realizes the short film “Wireless” with Gerardo Placido, Gatto Panceri, Silvano Bulgari and Principe Diofebo Meli Lupi on the chat world. The viral consequence of the social networks is perceived 10 years in advance.

2011: makes the video clips of the Delta V “What I do not know you know” and “Sometimes you think”.

2011: realizes a promotional for a retirement home entitled “Listen to me” with the narrative voice of Nando Gazzolo.

2011: realizes the backstage of the national festival of Franco Bagutti for the 40th anniversary of his orchestra with the extraordinary participation of Fausto Leali, Paolo Cevoli, and Casadei for Raitre.

2011: realizes the video for Rai Music at the Novellara (Mo) concert of the group “I Nomadi” with the participation of Red Ronnie and Biagio Antonacci.

2011: realizes the spot “Microvite”, a documentary on the life of insects.

2012: realizes the spot for the famous Silvano Bulgari jeweler in Milan.

2012: realizes the spot for the railways “Aspettando Te”.

2012: he made his first feature film entitled “Shibari the knots of the mind” with Stefano Chiodaroli, Andrea G. Pinketts, Daniele Bossari, Cesare Ragazzi, Franco Bagutti and Andrea Roncato. The film tells of a maniac who sticks his victims on fb to take them to an erotic party and rape them.

2012: for Shibari receives the first critics prize at the Düsseldorf international festival. Immerited for a film without a logical ending.

2012 promotional spot for a large Spa Wellness chain.

2013: supports Paolo Gepri in the creation of the musical video “Sguardi” by Gianluca Grignani.

2013: realizes the advertising advertising “Use the head” of the scalp reconstruction chain of Cesare Ragazzi, the video that will be distributed on DVD throughout the world.

2013: realizes the DVD and video contest of the largest Italian national forum.

2013: he shoots two commercials for the cellar “Bergamaschi vini” with Gerardo Placido, brother of Michele.

2013: he made his second feature film entitled “La Trottola di Riccardino” with Gerardo Placido, Enrico Beruschi and Antonella Ponziani. David Di Donatello

2014: realizes the music video clip of the singer Ninfa Egeria.

2014: he made the documentary “Il grande fiume” with Franco Neri.

2014: realizes two commercials for known hotel chain of hotels and residences in London and Dubai.

2014: photographic boock of the big 11’s brother “Rosy Maggiulli”.

2014: promotional spot for the Circus of Nando Orfei.

2014: makes the Indian Motorcycles video.

2014: writes the screenplay of the documentary interpreted by Franco Neri “Denise”, is the story of a little cub who was orphaned in the woods and saved by a hunter.

2015: directs the demented short film “Il catafratto” with Andrea Diprè.

2015: promotional spot of the musical show by Andrea Mingardi and Giulio Repetti (Mogol), shoots the show with Fio Zanotti and Gianni Morandi.

2015: music video by Paolo Mengoli “Amami” filmed in Santa Maria di Castellabate (Sa)

2015: he made the music video “E continuo” by Enzo Gragnaniello filmed in Naples.

2015: realizes the advertising spot for Expo Milano of Olio Monini filmed in Salerno.

2015: realizes the spot of the Bilboa sunscreen brand.

2015: he made his third feature film “Meridione Monamour” with a truly incredible cast including: Annalisa Minetti, Aldo Biscardi, Gimmy Ghione, Enzo Iacchetti, Andrea Roncato, Massimo Ceccherini, Andrea Mingardi, Georgia Viero, Alessandro Cecchi Paone, Vera Gemma, Cesare Cadeo, Francesca Leto, Fabrizio Biggio, Paolo Mengoli, Nino Buonocore. Music by Alberto Bertoli.

2015: realizes the promotional advertising spot for “Papeete beach” in Milano Marittima.

2015: the promotional spot of “La notte della Tamorra” for Carlo Faiello in Naples.

2015: realizes the Vip Master commercial of Milano Marittima with Raffaella Fico, Edoardo Raspelli, Paolo Mengoli, Elisabetta Gregoraci, Prince Emanuele Filiberto of Savoy, Piero Chiambretti, Franco Bagutti, Andrea Mingardi, Franco Causio.

2015: realizes the advertising spot for Hotel Mec in Paestum.

2015: he realizes the documentary “Saline di Cervia”.

2015: he made the documentary “Women of Cilento” for YouTube obtaining over 400,000 views in just one month.

2015: realizes the music video clip “Quale futuro vuoi” with Enzo Gragnaniello and Nino Buonocore shot in the Spagnoli districts of Naples broadcast on Rai and Mediaset.

2016: receives the “Laurea Honoris Causa” in Tourism Sciences from the Federico II University of Naples.

2016: receives the nomination of “Academic Meritorious” from the Vesuvian Academy.

2016: he receives the nomination of “Pionere dell’Arte” at the Palazzo delle Aquile in Palermo

2016: receives the “Diploma of Merit” at the ninth edition of the “Nicocolò Jomelli” award in Aversa (CE)

2016: realizes the music video clip “Un pugno nell’anima” by Albano Carrisi.

2016: he receives the nomination of Accademico Meremerito “Premio Jiousuè Carducci” from the city of Ischia.

2016: realizes the “Kikko caffè” spot with Massimo Ceccherini.

2016: creates the video spot for Andrea Mingardi and Mogol.

2016: realizes the backstage of the “Cantagiro” festival on the island of Giglio with Pippo Franco and the Little Tony Family.

2016: turns the music video clip “What makes you dance the heart” by Paolo Mengoli.

2016: he receives the nomination to Asti of “Templar Knight”

2016: receives the international “D’Angiò” prize at the 11th edition of the city of Scurcula Marsicana (AQ) and also receives Cultural Citizenship. The Prize was awarded along with him also Fabrizio Frizzi, Martufello, Antonio Cabrini, Senator Franco Marini, Serzio Zavoli, Ennio and Andrea Morricone, Amedeo Goria.

2017: realizes the advertising spot of the “Patanegra” filmed in Barcelona in Spain with the actress Loubna Boutaleb for the TV3 TV of Catalunya.

2017: realizes the advertising spot for “Bvlgari” perfumes.

2017: Realize the spot for a well-known coffee brand. Illy.

2017: arrives at Radio Sound.

2017: Make a spot with a famous actress: Madalina Ghenea.

2017: realizes the photo book for a well-known clothing chain of evening dresses with the model Loubna Boutaleb

2017: realizes the documentary commercial at the IV edition of the scarecrow of Salsomaggiore Terme.

2017: makes the video dedicated to Gino Paoli on the text “Sapore di Sale” at the Riccio di Traversetolo (Pr) tomato festival

2017: Realizes the photo book for Lady Madame

2017: realizes the promo “Padre Nostro” prayer sung on the images of the ancient Romanesque church of Contignaco.

2017: realizes the TV commercial for Passata Mutti.2017: realizes a decided video to the model loubna Boutaleb for her 40 years.

2017: receives the International Award for Culture, Art and Entertainment from the City of Palinuro (Sa)

2017: receives the international prize for art and culture “City of Naples” VII edition of Antonio De Curtis memory in art “Totò”

2017: realizes the tribute and backstage of the Forte dei Marmi concert by Renzo Arbore and the Grande Orchestra Italiana on the piece: ‘Saracino di Renato Carosone

2017: realizes the videoclip of Arya 51, covereste by Gianna Nannini entitled “Smile … me”

2017: realizes the advertising spot for breeding Setter Red on behalf of the company SetterRed

2017: Participates in the national final of Castrocaro broadcast on Raiuno with Ivana Spain, Sergio Friscia, Claudio Cecchetto, Fio Zanotti and presented by Rossella Brescia and Marco Liorni.

2017: realizes the backstage of the musical event “The best years” by Michele Pecora in Porto Recanati with Paolo Mengoli “Why did you do it”, Giuliano dei Notturni “Il ballo di Simone”, Nicola Di Bari “The heart is a gypsy” ,

2017: realizes the backstage of the Bologna concert by Andrea Mingardi, Paolo Mengoli and Gene Gnocchi.

2017: realizes the video clip “Decadanza” of the band Nomadi.

2017: realizes the videoclip of Paolo Vallesi “My Silences” for Raidue Telethon, Domenica in and Tgcom

2018: makes the videoclip “Folli Voli” for Grazia Di Michele.

2018: realizes the promotional spot on Chianina meat shot between Florence and Val di Chiana with the Roman model Paola Anastasi.

2018: realizes the drone video spot for the Ippotur Resort farm in Castelnuovo Magra (SP)

2018: realizes the short “la casa muta”

2018: enters the A3.0 productions team and signs the direction of the “Sound of Italy” television format broadcast on channel 33 Food Network obtaining over 600 million viewers per episode.

2018: realizes the promotional spot of Elia focacceria and grill pan.

2018: Realizes the shooting video of the model PAMELA BERARDI.

He made the “Fanatsia anni 60” music video for the singer Paolo Mengoli

with participation in order of appearance through images of personal repertoire of:

Equipe 84, Beatles, Anita Ekberg, Marcello Mastroianni, Alberto Sordi, Vittorio De Sica, Sean Connery, Marilin Monroe, Rita Pavone, Gianni Morandi, Lucio Battisti, Neil Armstrong (moon landing), Giogio Gaber, Don Camillo and Peppone, Gianni Pettenati, I BRutos, Gianni Boncompagni, Rpcky Roberts, Alain Delon, Sophia Loren, Totò and Peppino, Vittorio Gassman, Ugo Toganazzi, Alberto Sordi, Clint Eastwood, Giuliano Gemma, Gina Lollobrigida, Monica Vitti, Anna Magnani, Silvana Mangano, Giulietta Masina , Stefania Sandrelli, Formula 3, Woodstock, Mino Reitano, Pippo Baudo, Carlo Conti.

With the extraordinary appearance of the Holy Father Karol Wojtyla Pope John Paul II

Participates with the singer Luana Masini at the Castrocaro selections presenting her as an interpreter and bringing home the first prize.

2018: Realizes the friendly spot for Bvlgari parfume with model Pamela Berardi.

Today he is a well-known director, unconventional and casual, self-centered, exhibitionist and lively but always humble as he likes to define himself. It is easy to see him on the set putting on his work gloves and installing the lights or pulling cables, a labor that he certainly will never want to abandon, being a living part of that mess-tin to which he is so attached.

Often on set only and without adjuvants, he enjoys capturing frames that he loves, he says, to be used later for other works.

Technical skills:

Professional use of the Drone Phantom 4 professional independently.

Professional use of Osmo dji

Professional use of the drone Xiaomi mi

Specialized in color corretion

Perfect use of the Premiere Pro video editing program

Professional use of video and photo retouching programs.

Expert in dubbing technique and background noise and effects